COMPRESENZA DI COMPETENZE: IL GEOMETRA & LE MISURE IN AGRICOLTURA - Studio Cantori
15763
post-template-default,single,single-post,postid-15763,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

COMPRESENZA DI COMPETENZE: IL GEOMETRA & LE MISURE IN AGRICOLTURA

Le competenze del geometra sono polifunzionali e multidisciplinari, dalle costruzioni di case alle ristrutturazioni passando alle riconfinazioni e alle misurazioni.

Anche in agricoltura le misure sono importanti, soprattutto quando si tratta di alberi da frutto che, una volta piantati, saranno produttivi per molti anni.

Il nostro studio, recentemente, si è occupato di stabilire i punti dove collocare ben quattrocento piante di ulivo.

La strumentazione di cui ci avvaliamo è altamente precisa.

La domanda “Quanta distanza tra un albero e l’altro?” non è per niente semplice in quanto le variabili in gioco sono molte. Possiamo solo suggerire alcuni elementi da tenere in considerazione ma la scelta del numero di piante, tenendo conto degli obiettivi e delle disponibilità del proprietario del futuro impianto, che riveste un ruolo importante per le decisioni cruciali.

Dobbiamo fare un po’ di teoria. Normalmente quando si parla di creazione di un impianto si parla di “Sesto d’impianto”. Il sesto d’impianto significa che le piante sono collocate in filari paralleli distanti tra loro 6 metri ed occupano idealmente i vertici  di un quadrato o di un rettangolo la cui base è appunto di sei metri.

La distanza delle piante sul filare determina il sesto che può essere quadro o rettangolare. Il 6×6 sarà dunque il sesto quadro mentre in caso di distanze inferiori avremo il sesto rettangolare (es. 6×5; 6×3 etc). I filari distano 6 metri per permettere il passaggio di mezzi meccanici e la lavorazione. Sul filare invece la distanza può essere variabile da un minimo di 3 a un massimo appunto di 6 metri in dipendenza di quanto si vuole che sia “Intensivo” l’impianto.

Con la distanza entrano in gioco fattori diversi tenuto conto del fatto che la produzione si ha sulla parte esterna della chioma colpita dalla luce del sole.

Avere dei punti precisi, stabiliti da appositi strumenti di misurazione, è fondamentale affinché le piante crescano in maniera adeguata e, di conseguenza, si ottenga una ottima produzione.

Studio Cantori

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.